Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013

PSR 2007-2013 - Comitato di Sorveglianza


campi nel beneventano

Il Programa di Sviluppo Rurale della Campania 2007-2013, approvato dalla Commissione Europea con decisione n. C(2007) 5712 del 20 novembre 2007, e recepito con deliberazione della Giunta Regionale della Campania n. 1 dell'11.01.08, ha previsto la costituzione del Comitato di Sorveglianza di cui all'art. 77 del Regolamento CE 1698/05. Il Comitato, presieduto dal Presidente della Giunta Regionale e composto da rappresentanti delle istituzioni europee, nazionali, regionali e dalle parti economiche e sociali è stato istituito con Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 67 del 13.03.2008.

Estratto dall'art. 3 del Regolamento interno

Il Comitato di Sorveglianza svolge i compiti indicati nell'art. 78 del Regolamento (CE) 1698/05, dal PSR Campania e dal presente regolamento interno. Il Comitato di Sorveglianza si assicura dell'efficienza e della qualità dell'esecuzione del PSR. A tal fine assolve, tra l'altro, i seguenti compiti:

  • si pronuncia in merito ai criteri di selezione delle operazioni previste per l'attuazione delle misure;
  • verifica periodicamente lo stato di avanzamento del Programma rispetto ai previsti obiettivi specifici, in particolare a quelli di ciascun Asse, sulla base dei documenti forniti dall'Autorità di gestione;
  • esamina e approva la relazione annuale sullo stato di attuazione del programma e la relazione finale prima della loro trasmissione alla Commissione Europea;
  • ha facoltà di proporre all'Autorità di Gestione eventuali adeguamenti o modifiche del programma per meglio realizzare gli obiettivi del FEASR o per migliorarne la gestione, anche finanziaria;
  • esamina e approva qualsiasi proposta di modifica del  Programma e delle decisioni della Commissione concernenti la partecipazione del FEASR;
  • promuove l'equilibrata partecipazione di uomini e donne all'attività del Comitato,
  • esamina eventuali specifiche questioni sottoposte dall'Autorità di Gestione, nel quadro delle attività di sorveglianza, per l'adozione delle necessarie decisioni.

Estratto dall'art. 1 del Regolamento interno

In conformità alle disposizioni comunitarie ed in particolare all'art. 77 del Regolamento (CE) 1698/05, sulla base di quanto previsto dal PSR della Regione Campania 2007-2013, approvato con Decisione C(2007) 5712 del 20 novembre 2007recepita dalla Giunta Regionale con Deliberazione n. 1 dell'11 gennaio 2008, il Comitato di Sorveglianza del Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 della Regione Campania – di seguito denominato CdS – è stato costituito con Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 67 del 13 marzo 2008. Sono componenti del CdS:  

  • Il Presidente della Regione, che lo presiede;
  • Il Coordinatore dell'AGC Sviluppo Attività Settore Primario, per l'Autorità di Gestione;
  • i responsabili dei 4 Assi del PSR;
  • un rappresentante dell'Autorità di Gestione del P.O.R.-FESR;
  • un rappresentante dell'Autorità di Gestione del P.O.R.-FSE;
  • un rappresentante dell'Autorità di Gestione Nazionale del P.O-FEP;
  • un rappresentante del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali;
  • un rappresentante del Ministero dell'Ambiente Tutela del Territorio e del Mare;
  • un rappresentante dell'AGEA;
  • un rappresentante del Ministero dello Sviluppo Economico – Dipartimento per le Politiche di Sviluppo e di Coesione;
  • un rappresentante del Ministero dell'Economia e delle Finanze – IGRUE;
  • un rappresentante dell'Autorità Ambientale Regionale;
  • un rappresentante del Nucleo di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici della Campania (NVVIP);
  • un rappresentante dell'Autorità per le Politiche di Genere della Campania;
  • un rappresentante della Consulta Regionale Femminile della Campania;
  • undici rappresentanti delle parti economiche e sociali così distinti:
    • un rappresentante della Confederazione Italiana Agricoltori della Campania
    • un rappresentante della Federazione Regionale delle Unioni Agricoltori della Campania
    • un rappresentante della Federazione Regionale Coldiretti della Campania
    • un rappresentante della CISL
    • un rappresentante della UIL
    • un rappresentante della CGIL
    • un rappresentante delle imprese cooperative
    • un rappresentante UGL
    • un rappresentante ABI
    • un rappresentante Associazioni Ambientaliste
    • un rappresentante PMI;
  • tre rappresentanti delle Autonomie Locali così distinti:
    • un rappresentate dell'UNCEM,
    • un rappresentate dell'ANCI,
    • un rappresentate dell'UPI.

Al Comitato hanno diritto di partecipare rappresentanti della Commissione Europea. Questi ultimi, come i rappresentanti delle Autorità di Gestione dei Fondi Comunitari, del NVVIP, della Consulta Femminile, delle parti economiche e sociali, delle Autonomie locali, dei Ministeri e dell'AGEA, hanno funzioni consultive. I componenti del CdS, qualora si trovino in conflitto di interesse in quanto potenziali attuatori o beneficiari di interventi cofinanziati, devono astenersi obbligatoriamente dalle discussioni e dalle decisioni che potrebbero determinare conflitti di interesse, come quelle riguardanti l'allocazione delle risorse ed i criteri di selezione. La composizione del CdS potrà essere modificata o integrata anche su iniziativa del Comitato medesimo. Possono partecipare alle riunioni del CdS, su invito del Presidente, rappresentanti delle istituzioni comunitarie, centrali e regionali, in relazione a specifiche questioni, nonché esperti in specifiche tematiche attinenti agli argomenti all'o.d.g. In tal caso l'elenco degli invitati a ciascuna riunione sarà comunicato ai membri effettivi del CdS dalla Segreteria Tecnica di  cui al successivo art. 10. Di norma, alle sedute del CdS vengono invitati il Coordinatore del Tavolo Regionale di Partenariato economico e sociale ed i Coordinatori delle Aree Generali di Coordinamento interessati in relazione agli argomenti da trattare.

Ciascuno dei componenti può essere sostituito, in caso di impedimento, da un componente supplente appositamente designato dall'Amministrazione, dall'Ente o dall'Organismo rappresentato.

Segreteria tecnica: segreteria.tecnica.cds.psr@regione.campania.it

Telefono: 0817967319 - Fax: 0817966232

logo psr

logo UE

Materiali e documentazione

icona di acrobat Regolamento del Comitato (pdf 306 Kb)