Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013

PSR 2007-2013 - Obblighi dei Beneficiari


campi nel beneventano

L'Unione Europea assegna grande importanza all'informazione e alla pubblicità per poter affermare, sempre più, il suo ruolo, i suoi obiettivi e garantire la trasparenza del sostegno attuato con i diversi Fondi. Promuovere la conoscenza delle istituzioni e delle politiche dell'Unione Europea e, soprattutto, delle opportunità che queste offrono ai cittadini di tutti gli Stati membri è divenuta una priorità nello stesso processo di costruzione e legittimazione europea. Spesso i cittadini entrano in contatto con la nuova realtà europea solo quando ne verificano alcuni effetti negativi legati, ad esempio, alla incidenza della normativa comunitaria su interessi di settore. Al fine di migliorare la conoscenza positiva dell'azione della politica dell'Unione Europea, informando l'opinione pubblica circa il ruolo svolto, in collaborazione con lo Stato membro e la Regione, sono state stabilite, nel Reg CE 1974/2006 allegato 6, punti n. 3 e 4 gli obblighi di competenza dei destinatari delle agevolazioni in merito alla realizzazione di targhe informative e cartelli che rechino una descrizione del progetto/dell'operazione cofinanziata e del ruolo dell'Unione Europea. Al fine di garantire una impostazione unitaria di comunicazione (logo, editing, etc), l'Assessorato all'Agricoltura e alle Attività Produttive ha individuato attraverso un concorso di idee e una successiva consultazione pubblica, l'immagine unitaria e coordinata, da utilizzare insieme agli elementi resi obbligatori dal Reg 1974/2006 per l'identificazione del PSR Campania 2007/2013.

freccia Per le operazioni dei programmi di sviluppo rurale che comportano investimenti (nelle aziende agricole o nelle imprese alimentari) di costo complessivo superiore a euro 50.000, il beneficiario è tenuto ad affiggere una targa informativa.

freccia Nei luoghi in cui sorgono infrastrutture di costo complessivo superiore a euro 500.000 deve essere affisso un cartello.

Nel caso in cui il finanziamento riguardi l'acquisto di attrezzature, la targa andrà apposta su ogni singolo bene acquistato.

freccia Una targa informativa deve essere affissa anche presso le sedi dei gruppi di azione locale finanziati dall'asse 4. I cartelli e le targhe devono recare una descizione del progetto/dell'operazione e devono contenere “slogan e logo” come specificato nella brochure illustrativa. Queste informazioni devono occupare almeno il 25% dello spazio del cartello o della targa.

La permanenza della targa o del cartello dovrà essere almeno pari alla durata del vincolo di destinazione d'uso del bene finanziato.

freccia Nel caso in cui il finanziamento riguardi la produzione di materiale di informazione e comunicazione ci si dovrà attenere alle seguenti indicazioni:

- Le pubblicazioni (opuscoli, pieghevoli, bollettini, ecc.) e i manifesti concernenti le misure e gli interventi cofinanziati dal FEASR devono recare, sul frontespizio, una chiara indicazione della partecipazione comunitaria e l'emblema della Comunità, qualora vi figuri anche l'emblema nazionale o regionale. Le pubblicazioni devono inoltre menzionare l'organismo responsabile dell'informazione e l'autorità di gestione designata per l'esecuzione dell'intervento in questione.
- I criteri di cui al primo trattino si applicano, per analogia, anche al materiale comunicato per via elettronica (sito web, banca di dati ad uso dei potenziali beneficiari) e al materiale audiovisivo. In sede di elaborazione del piano di comunicazione è utile fare ricorso alle nuove tecnologie, che consentono una diffusione rapida ed efficace delle informazioni e favoriscono il dialogo con un vasto pubblico.

- I siti web sul FEASR devono:
- menzionare il contributo del FEASR almeno nella pagina iniziale;
- recare un link al sito web della Commissione dedicato al FEASR.