Menu

Standard Garantito - Fiori della Campania

Premessa

marchio fiori della campania

Per saperne di più: www.fioridellacampania.it

La Regione Campania, con delibera di Giunta Regionale n. 6484 del 30.12.02, ha approvato, tra l'altro, questo progetto, che nasce dalla considerazione che il settore florovivaistico campano è caratterizzato dalla presenza di un alto numero d'aziende, con una diversificata offerta di prodotti, che produce secondo livelli tecnologici e tipologie aziendali molto differenti fra loro. Questa realtà del settore si traduce in un offerta disomogenea e non sempre standardizzata secondo le richieste del mercato.

Infatti il progetto, in via prioritaria, è finalizzato alla implementazione di un sistema volontario di certificazione delle produzioni da parte degli operatori floricoli e alla creazione di un marchio di qualità per la floricoltura regionale al fine di valorizzarne le produzioni florovivaistiche. L'effetto generale sull'immagine del fiore campano, percepita dagli operatori commerciali dei mercati nazionali ed internazionali, è quello di un prodotto, spesso con ottime caratteristiche, ma non sempre affidabile per costanza e omogeneità delle forniture.

Da tale constatazione nasce l'esigenza di fornire al settore florovivaistico regionale strumenti che gli consentano di migliorare gli aspetti inerenti la costanza degli standard (efficace gestione del raccolta e post raccolta) e una riconoscibilità, da parte del mercato, per le produzioni che garantiscano le caratteristiche definite dallo standard.

Il progetto ha l'obiettivo di valorizzare le produzioni florovivaistiche campane attraverso l'istituzione di un marchio per le produzioni che rispettano le caratteristiche stabilite da specifici standard di prodotto. Il marchio è identificato come "Standard garantito". L'uso del marchio è disciplinato da un apposito regolamento di marchio e l'autorizzazione è concessa esclusivamente alle aziende che, volontariamente, si sottopongono al sistema di controllo definito dallo schema di certificazione.

La certificazione e la conseguente autorizzazione all'uso del marchio, è gestita da Is.Me.Cert (Istituto Mediterraneo di Certificazione dei prodotti e dei processi del settore agroalimentare) quale Organismo di certificazione.

Dopo una prima fase di impostazione progettuale, svolta in concomitanza con l' IS.ME.CERT., nella quale sono stati messi a punto i meccanismi di gestione del sistema di controllo e certificazione e l'iter procedurale del "Sistema volontario di certificazione" che disciplina le modalità, il funzionamento e gli adempimenti per l'utilizzo del marchio da parte dei soggetti interessati (schema del piano di controllo, schede tecniche delle specie floricole, domande e regolamento per la concessione del marchio, ecc).

Nell’iniziativa sono stati coinvolti gli STAPA-CePICA (Settore Tecnico Amministrativo Provinciale per l’Agricoltura - Centro Provinciale Informazione e Consulenza in Agricoltura) di Napoli e Salerno, le OO.PP. di categoria operanti sul territorio, le strutture di commercializzazione (cooperative e mercati), aziende florovivaistiche specializzate e nel corso di diverse riunioni, coordinate dal SeSIRCA (Settore Sperimentazione, Informazione, Ricerca e Consulenza in Agricoltura) e tenutesi presso la sede del mercato dei fiori di Ercolano, sono stati attivati dei gruppi di lavoro, che partendo dalla pubblicazione della Regione Campania "Le produzioni di qualità nel florovivaismo" del 2000 e secondo delle proprie competenze, hanno verificato ed aggiornato tutte le schede degli standard di qualità delle specie floricole divise per categorie di qualità (Extra, Prima e Seconda), che costituiscono la base del sistema di autocontrollo.