Direttiva Nitrati

Le zone vulnerabili ai nitrati di origine agricola



Con Deliberazione di Giunta Regionale della Campania n. 762 del 05/12/2017, pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania numero 89 del 11/12/2017 è stata approvata la nuova delimitazione delle zone vulnerabili ai nitrati di origine agricola (ZVNOA). Ai fini della definizione delle aree vulnerabili, sono stati considerati i programmi di controllo per la verifica della concentrazione dei nitrati nelle acque dolci e lo stato trofico delle acque dolci superficiali (periodo 2012-2015), e delle acque di transizione e delle acque marino costiere.

All'interno delle ZVNOA si applica il «Programma d'azione», di cui alla D.G.R. n. 209 del 23 febbraio 2007 così come integrato dalle misure di cui alla D.G.R. n. 771 del 21 dicembre, e che, come è noto, costituisce il Criterio Di Gestione Obbligatoria 1 della Condizionalità del Programma di Sviluppo Rurale della Campania 2014-2020 (D.G.R. n. 320/2017).

Inoltre nelle ZVNOA si applicano le disposizioni previste per tali area dalla vigente "Disciplina tecnica regionale per l'utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento" (DGR n. 771/2012), che a breve verrà aggiornata sulla base del Dm n. 5046 del 25/02/2016.

Lo strato informativo in formato geografico digitale (shape file) è disponibile sul geoportale regionale all'indirizzo https://sit2.regione.campania.it/content/zone-vulnerabili-ai-nitrati

Scarica il file in formato kmz (443 Kb)

Comuni e superfici interessate dalle zvnoa (xls) (68 Kb)

La ripartizione provinciale delle ZVNOA:

Provincia

Comuni interessati

Superficie in ettari delle ZVNOA

Incidenza delle ZVNOA sulla superficie provinciale

Avellino

61

19.430,03

6,9 %

Benevento

35

18.288,65

8,8 %

Caserta

86

122.870,65

46,3 %

Napoli

75

92.624,19

78,6 %

Salerno

54

63.256,81

12,8 %