psr logoProgramma di Sviluppo Rurale 2014-2020

Progetto Caprini erbosi
Capofila ATS: CREA - Consiglio per la Ricerca in agricoltura e l'analisi dell'Economia Agraria


SS 7, via Appia - 85051 Bella Muro (PZ)

0976 72915

za@pec.crea.gov.it

Formaggi e cosmetici caprini innovativi a base di erbe officinali e spontanee mediterranee

Responsabile tecnico scientifico

Vincenzo DE FEO

Sintesi del progetto

Il progetto vuole sviluppare prodotti innovativi, caseari e cosmetici, a base di latte di capra, sempre più apprezzato dal consumatore per le sue proprietà, e arricchiti dalle componenti estratte dalla biodiversità erbacea tipica del territorio campano: da un lato le erbe spontanee, storicamente apprezzate nel territorio, e dall’altro quelle officinali in coltivazione intensiva ecosostenibile. Le finalità convergono nella valorizzazione della filiera esistente e la creazione di una nuova filiera, che curi attivamente la salvaguardia e la valorizzazione concreta della biodiversità regionale vegetale e animale, nonché la diversificazione dell’offerta casearia, che soffre la concorrenza, soprattutto del prodotto estero.

Le attività si muovono su 5 linee:

1. messa a punto di tecnologie per la produzione di formaggi caprini Veg che utilizzano erbe spontanee (diverse dal cardo) al posto del caglio animale e (2.) di formaggi arricchiti direttamente con estratti da erbe officinali, con proprietà “funzionali”, o attraverso l’alimentazione delle capre, a vantaggio anche del loro benessere; 3. prototipi di una linea cosmetica a base di siero di latte caprino ed oli essenziali "funzionali"; 4. realizzazione di packaging eco-sostenibile; 5. diffusione dei modelli produttivi presso gli stakeholder e i consumatori. I risultati attesi sono 20 tipi di formaggio caprino, variamente arricchiti, e prototipi di cosmetici, immediatamente trasferibili alla filiera esistente agro-zootecnia; il conseguente aumento della diversificazione e dell’offerta casearia, un'alternativa ai formaggi tradizionali che, seppur di qualità, hanno perso di attrattiva per il consumatore; una riduzione dell'impatto del siero, derivante dalla caseificazione, qui utilizzato come fonte di metaboliti secondari in cosmesi. Il risultato generale sarà contribuire ad una vasta azione di valorizzazione e salvaguardia "attiva" della biodiversità animale e delle specie spontanee campane ed officinali mediterranee.

Partner del Progetto

  • CREA - Consiglio per la Ricerca in agricoltura e l'analisi dell'Economia Agraria, Centro di ricerca Zootecnia e Acquacoltura (capofila)
  • Caselle Società agricola a r.l.
  • FATTORIA DEL GELSO BIANCO di Iuliano Irene
  • Università degli Studi di Salerno, DI-FARMA
  • My Fair s.r.l.

Avvisi pubblici

News ed eventi

--