psr logoProgramma di Sviluppo Rurale 2014-2020

Progetto MigliorCast
Capofila ATS: Soc. Coop. Agr. Castagne di Montella


c.da Sottomonticchio 1 - 83048 Montella (AV)

082761401

info@pec.castagnedimontella.it

Miglioramento della competitività delle aziende castanicole mediante applicazione di tecniche innovative di gestione del prodotto in pre- e post-raccolta

Responsabile tecnico scientifico

Marisa Di Matteo

Sintesi del progetto

L’obiettivo principale del progetto è il miglioramento delle tecniche di trattamento in pre- e post-raccolta del prodotto castanicolo al fine di migliorarne la qualità e la conservabilità. A causa dei mutamenti climatici e del perdurare dell’emergenza fitosanitaria del cinipide, la castagna prodotta in Campania è stata attaccata da vecchi e nuovi nemici che ne hanno compromesso notevolmente la produzione e la conservabilità. Il danno economico e di immagine alla filiera è ingentissimo. Alle poche quantità ottenute negli ultimi 5 anni si è aggiunta anche la maggiore deteriorabilità del prodotto in post-raccolta, le cause sono ascrivibili a fattori sia biotici che abiotici. Il presente progetto mira ad implementare metodologie innovative per ridurre la perdita di prodotto in conservazione. Tali tecniche innovative saranno sostenibili sia da un punto di vista ambientale che economico.

Il progetto parte dall’idea di disegnare nuove strategie di lotta integrata ai patogeni per sfavorirne lo sviluppo e la penetrazione nel frutto già in campo, producendo un prodotto già migliore da un punto di vista qualitativo e quindi più facile da trattare nelle successive fasi post-raccolta. Per la riduzione dell’attività fungina da Gnomoniopsis castaneae, principale agente causale del marciume interno del frutto, verranno implementate attività che prevedono l’utilizzo di microrganismi ed induttori di resistenza già contemplati in lotta biologica.

In fase post-raccolta verranno previste attività volte al trasferimento di metodologie attraverso:

  • Sistemi innovativi di sanificazione del prodotto appena raccolto che utilizzano gas (anidride carbonica, argon, metilsalicilato) in sostituzione o in aiuto dei normali metodi di curatura;
  • Introduzione di sistemi di sensoristica/biomarcatori per valutare lo stato di conservazione/deperimento del prodotto;
  • Sistemi di curatura che utilizzano microrganismi e/o enzimi prodotti da questi;
  • Sistema integrato di curatura chimico-fisico.

Partner del Progetto

  • Soc. Coop. Agr. Castagne di Montella (Capofila)
  • Az. Agr. Conti Mario
  • Soc. Coop. Acerno Frutta Pacifico Michele
  • DIIN Università di Salerno
  • DiSBA CNR