psr logoProgramma di Sviluppo Rurale 2014-2020

Progetto S.U.S. Campania
Capofila ATS: RAFFAELE ANTONIO


Via Marco Longo, 5 - 83020 Pago del Vallo del Lauro (AV)

+39 0825 679816

canileleginestre@pec.it

Uso tecnologico e nuove pratiche a carattere innovativo per la gestione, il controllo e la valorizzazione economica del cinghiale (Sus scrofa) in maniera Utile e Sostenibile in Regione Campania

Responsabile tecnico scientifico

Luigi Esposito

Sintesi del progetto

L’Obiettivo generale del progetto “S.U.S. Campania”, consiste nell’utilizzare i territori agro-silvo-pastorali sui quali ricade l’azienda campione, per realizzare misure di sviluppo e di controllo delle popolazioni selvatiche (Natura 2000). Tre saranno gli obiettivi principali: 1) Contenimento della popolazione dei cinghiali in Regione Campania; 2) Progetto pilota per la messa in rete del problema cinghiale e sua trasformazione in risorsa; 3) Attivazione dei processi tecnologici per la realizzazione del Progetto pilota «filiera corta “S.U.S. Campania”».
Le finalità generali del progetto consistono nell’applicare azioni ecocompatibili e sostenibili per il controllo delle popolazioni in esplosione demografica (Cinghiale) assicurando un adeguato sviluppo alle economie locali. Le finalità specifiche sono riassunte nei punti: : A) Salvaguardia degli ecosistemi naturali e agricoli dal sovrannumero dei componenti le popolazioni di cinghiale; B) Ripristino delle condizioni di equilibrio naturale tra le popolazioni di cinghiali e l'ambiente naturale; C) Valorizzazione del cinghiale come risorsa alimentare, economica e culturale dei territori agro-silvo-pastorali della Regione Campania.
Il progetto “S.U.S. Campania” sarà, nel triennio di attività, articolato in tre fasi: Fase I. Studio delle problematiche connesse alle produzioni agro-alimentari nei territori campione; Fase II. Applicazione dei protocolli di contenimento dei cinghiali ed attivazione della filiera “S.U.S. Campania”; Fase III. Verifica dei risultati, individuazione delle eventuali misure correttive, ampliamento dell’applicazione del modello pilota, disseminazione dei risultati.
I risultati che si attendono si sintetizzano nella nell’individuazione di protocolli standardizzati che, permettendo di utilizzare le risorse naturali nel rispetto dell’agro-ecosistema, centrino gli obiettivi sopra riportati.

Partner del Progetto

  • Azienda RAFFAELE ANTONIO (capofila)
  • Dipartimento di Medicina Veterinaria Produzione Animale (DMVPA-Universitò di Napoli Federico II)
  • Dipartimento Scienze Agrarie e Forestali (DAFNE- Università della Tuscia - Viterbo)

Avvisi pubblici

News ed eventi

--