Servizio Fitosanitario Regionale

Globodera pallida e Globodera rostochiensis - Nematodi a cisti della patata


Nematodi a cisti della patata

Sono tra i parassiti più pericolosi per la coltivazione della patata. In Italia sono comparsi agli inizi degli anni ’60.

I danni causati sono notevoli: nella parte aerea si possono evidenziare sviluppo stentato della pianta, clorosi e deperimenti progressivi fino alla morte. Sulle radici e sui tuberi in formazioni si possono evidenziare le cisti femminili.
Esaminando i tuberi essi si presentano molto piccoli e deformi.
 Il nematode dorato si conserva nel terreno allo stadio di cisti contenenti le uova; la sua diffusione, inoltre, può avvenire anche attraverso le cisti che rimangono aderenti ai tuberi.
Dalle cisti , in primavera, in presenza di nuove coltivazione di patata, fuoriescono le larve che iniziano il ciclo di sviluppo entrando nell’apparato radicale.

La lotta è essenzialmente agronomica: uso di tuberi seme sani, adozione di lunghe rotazioni, uso di cultivar resistenti.
La lotta chimica ha scarsi effetti sulle forme non mobili del nematode (uova e cisti).

Le normative comunitarie considerano i due nematodi organismi nocivi da quarantena e che pertanto ne è vietata l’introduzione e la diffusione.

Registro Ufficiale delle parcelle campionate

Scarica il Registro Ufficiale delle parcelle campionate - anno 2012 (pdf 30 Kb)

Scarica il Registro Ufficiale delle parcelle campionate - anno 2013 (pdf 26 Kb)

Scarica il Registro Ufficiale delle parcelle campionate - anno 2014 (pdf 26 Kb)

Scarica il Registro Ufficiale delle parcelle campionate - anno 2015 (pdf 26 Kb)

Nel Registro Ufficiale delle parcelle campionate, previsto dal Decreto legislativo 08.10.10 ed istituito in Campania con DRD 230 del  20.06.12, sono riportati i risultati degli esami effettuati sulle singole parcelle (1) destinate alla produzione di tuberi-seme e patate da consumo nonché i seguenti vegetali destinati alla piantagione (2): Capsicum spp., Lycopersicon lycopersicum, Solanum melongena, Allium porrum, Beta vulgaris, Brassica spp., Fragaria spp., Asparagus officinalis, Allium ascalonicum, Allium cepa, Dahlia spp., Gladiolus tourn. Ex L., Hyacinthus spp., Iris spp., Lilium spp., Narcissus spp. e Tulipa spp.

Il Registro Ufficiale, in formato elettronico gestito dal SeSIRCA - Servizio Fitosanitario Regionale, è realizzato su base dell'anno solare e riporta i principali elementi identificativi della parcella.

1) per parcella si intende un appezzamento di terreno condotto dal medesimo coltivatore, delimitato da confini identificabili (strade, capezzagne, canali, scoline ecc.), soggetto al medesimo avvicendamento e nel quale siano impiegate le medesime attrezzature e tecniche colturali;
2) per parcelle destinate alla produzione di vegetali destinati alla piantagione si intendono parcelle destinate alle produzioni vivaistiche (piantine, bulbi, ecc.).

Nematodi Cisticoli della patata

Scarica la bochure illustrativa (pdf 1.3 Mb)

Lotta obbligatoria ai Nematodi a cisti della patata

Registro ufficiale Nematodi della patata - anno 2014

Decreto Legislativo 8 ottobre 2010, n. 186 (Gazzetta Ufficiale n. 264 dell'11 novembre 2010)

Decreto Regionale 230 del 20.06.2012(Approvazione Programma ufficiale di lotta ai nematodi cisticoli della patata ed istituzione del registro ufficiale delle parcelle campionate)

Standard tecnico per il controllo fitosanitario delle patate (pdf 2.1 Mb)