Statistica agraria

6° censimento generale dell'agricoltura


banner statistica

Il censimento dell'agricoltura è raccomandato dalle Nazioni Unite, regolamentato da leggi appositamente emanate dal Parlamento e dal Consiglio Europeo ed eseguito in Italia dal 1960. Il Censimento è inquadrato in un sistema integrato di statistiche agricole la cui valenza supera la rilevanza economica del settore dovendo corrispondere ad esigenze di informazione statistica su una molteplicità di fenomeni agricoli, di sviluppo rurale e di sostenibilità ambientale necessaria alla impostazione, programmazione e valutazione della politica agricola europea. Il censimento rappresenta un'occasione unica per raccogliere informazioni statistiche su tutte le aziende agricole attive nel Paese, in modo da offrire dati di qualità per l'analisi e la valutazione delle politiche di intervento nazionali e regionali in materia di agricoltura e di sviluppo rurale. Con i censimenti generali dell'agricoltura vengono raccolte, mediante intervista diretta alle aziende agricole molte informazioni di tipo strutturale (il sistema di conduzione, le superfici investite nelle diverse coltivazioni, il numero di capi per specie e categoria di bestiame, le caratteristiche della manodopera familiare e salariata, ecc.). Ciò consente di creare basi di dati di grande dettaglio correlabili tra loro e disaggregabili anche per ambiti territoriali ristretti, Province e Comuni.

Il primo censimento generale dell'agricoltura si svolse nel 1961, seguito, a intervalli pressoché decennali, dai censimenti del 1970, 1982, 1990, 2000 e del 2010.

Il 6° Censimento Generale dell'Agricoltura, di cui si riportano i dati definitivi, si è svolto tra la fine del 2010 e i primi mesi del 2011. I risultati provvisori sono stati resi disponibili da ISTAT a luglio 2011; quelli definitivi sono stati presentati a luglio 2012.

Una delle principali innovazioni introdotte per il 6° Censimento è stata la possibilità, per le aziende agricole inserite nella lista prodotta da ISTAT mediante integrazione tra archivi amministrativi, di compilare direttamente il questionario su un ambiente web dedicato, il Sistema di gestione della rilevazione (SGR); tale modalità si è affiancata alla tradizionale rilevazione con intervista "faccia a faccia" realizzata dal rilevatore presso la residenza del conduttore.

I dati definitivi del 6° censimento generale dell'agricoltura sono il risultato di un processo che per la prima volta ha comportato un impegno diretto e operativo della Regione Campania. La Regione Campania ha adottato il modello organizzativo ad alta partecipazione, secondo il quale la Regione è "l'interlocutore diretto dell'Istat per la definizione della rete di rilevazione e per il suo coordinamento operativo sul territorio".

Nello specifico, la Regione Campania si è dotata di un Piano di Censimento Regionale (PRC), validato da ISTAT e approvato con atto deliberativo della Giunta Regionale in data 12 marzo 2010, e ha istituito una rete di rilevazione molto innovativa articolata su base provinciale.

La rete è stata costituita dai seguenti organi di censimento:

  • Ufficio Regionale di Censimento (URC) istituito presso il SeSIRCA dell'Assessorato all'Agricoltura
  • Uffici Territoriali di Censimento (UTC) in numero di 5 costituiti presso gli STAPA-CePICA
  • Uffici Comunali di Censimento (UCC) in numero di 22 costituiti presso i CeSA.

Per lo svolgimento delle attività censuarie gli organi di censimento si sono avvalsi di personale interno all'Assessorato all'Agricoltura ad eccezione dei rilevatori che sono stati reclutati con procedure selettive.

I soggetti sono stati: Responsabile regionale Ufficio di Censimento Responsabili Coordinatori intercomunali Coordinatori intercomunali Coordinatori comunali Rilevatori I rilevatori, in numero di 828 hanno realizzato l'intervista e informatizzato i dati rilevati, sono stati coordinati dai Coordinatori Intercomunali di Censimento che, oltre a organizzare la rilevazione, hanno curato il controllo sulla qualità dei dati. Questa robusta ed efficiente rete censuaria ha consentito di produrre dati di buona qualità, l'Ufficio Regionale di Censimento ha garantito anche il controllo e la correzione delle principali variabili per la validazione dei dati definitivi da parte di ISTAT.

Il 6° Censimento dell'Agricoltura è stato realizzato dalla Regione Campania utilizzando esclusivamente le risorse trasferite dallo Stato.

Di seguito si riportano una breve descrizione dell'Agricoltura in Campania e le tavole del Censimento in formato excel per Windows. Qualora non si disponesse del pacchetto Office, si ricorda che OpenOffice, scaricabile all'indirizzo www.openoffice.org, rappresenta una valida alternativa gratuita.

acrobat Breve descrizione dell'Agricoltura in Campania (pdf 121 Kb)