Prodotti Tradizionali

Formaggi


formaggi

Le origini del formaggio si perdono nella notte dei tempi, e sicuramente risalgono all'epoca precedente all'avvento dell'agricoltura, quando probabilmente l'uomo primitivo, pastore nomade, utilizzando come contenitore per il latte lo stomaco di un ruminante, lo scoprì cagliato, ed assaggiandolo, gli piacque. Da allora, sostanzialmente la tecnologia di produzione dei formaggi di qualità è rimasta invariata: si usa ancora, per indurre la coagulazione del latte, il caglio, cioè un estratto dello stomaco di capretto, agnello o vitello.

Nel corso degli anni, però, il formaggio ha fatto molta strada ed ha assunto le forme, i sapori e le consistenze più varie, in conseguenza della diversità della materia prima impiegata (sempre latte, ma di specie diverse: vacca, pecora, capra, bufala) e delle condizioni in cui avviene il processo della coagulazione.

Fondamentale è l'ambiente in cui il latte viene prodotto: come sempre, una materia prima di qualità è il presupposto essenziale per un ottimo prodotto finale. I pascoli collinari e montani della nostra regione, con la loro particolare composizione floristica, forniscono il cibo ideale alle pecore Bagnolese e Laticauda, alle razze bovine Podolica ed Agerolese, razze locali, spesso a rischio di estinzione, che producono poco latte ma di elevata qualità.

Discorso a parte merita la bufala campana, che da almeno un millennio pascola nei prati e negli acquitrini delle nostre pianure costiere, e dal cui latte si produce non soltanto la "Mozzarella di Bufala Campana" DOP, ma anche altri formaggi dalle caratteristiche diverse, a cui il sapore e gli aromi del latte bufalino conferiscono tipicità e qualità.

Si precisa che le schede qui di seguito riportate hanno un carattere puramente descrittivo-divulgativo. Per gli aspetti tecnico-normativi si rimanda alle schede inviate al Ministero per le Politiche Agricole, che, se necessario, possono essere richieste a mezzo mail a ferdinando.gandolfi@regione.campania.it

n.

prodotto

75

bebé di Sorrento

76

bocconcini alla panna di bufala

77

burrini e burrata di bufala

78

caciocavallo affumicato

79

caciocavallo del Matese

80

caciocavallo di bufala

81 caciocavallo di grotta del Cervati e delle gole di Pertosa

82

caciocavallo di Castelfranco

83

caciocavallo irpino di grotta

84

caciocavallo podolico

85

caciocavallo stagionato di grotta del Tanagro

86

caciocchiato

87

cacioricotta caprino del Cilento

88

caciotta di capra dei Monti Lattari

89

caciottina canestrata di Sorrento

90

caprino conciato del Montemaggiore

91

caso conzato

92

casomaturo del Matese

93

caso Vallicelli

94

casoperuto e marzolino

95

casuforte di Statigliano, cacioforte, casoforte

96

casu re pecora del Matese

97

fiordilatte

98

fior di ricotta di Ponte Persica

99

formaggio caprino del Cilento

100

formaggio duro di latte di pecora, capra e vacca

101

formaggio morbido del Matese

102

juncata

103

manteca

104

manteca del Cilento

105

mascarpone di bufala

106

mozzarella nella mortella

107

pecorino del Monte Marzano

108

pecorino bagnolese

109

pecorino di Carmasciano

110

pecorino di Laticauda

111

pecorino di Vitulano

112

pecorino di Pietraroja

113

pecorino fresco e stagionato

114

pecorino salaprese

115

primosale stagionato di Cuffiano

116

provola affumicata

117

provola affumicata di bufala

118

provolone

119

riavulillo

120

ricotta di fuscella di S. Anastasia

121

scamorza

122

scamorza di bufala

123

scamorza di Montella

124

scamorzini del Matese

125

scamosciata

126

stracchino di bufala

127

stracciata

128

stracciata del Matese

129

treccia

130

treccia di Montella