psr logo

Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020

10.1.3 - Tecniche agro-ambientali anche connesse ad investimenti non produttivi


campi coltivati

Obiettivo

Concorrere, in maniera significativa, al rispetto delle priorità trasversali del programma Ambiente e Cambiamento climatico, con particolare attenzione alle aree ricadenti nella Rete Natura 2000.

AZIONE 10.1.3.1 Gestione attiva di "infrastrutture verdi" realizzate con la tipologia di intervento 4.4.2.

AZIONE 10.1.3.2 Mantenimento di colture a perdere a beneficio della fauna selvatica

AZIONE 10.1.3.3 Azioni di tutela dell'habitat 6210

Beneficiari:

Agricoltori, associazioni di agricoltori ed enti pubblici che conducono aziende agricole, considerato che esse, ampiamente diffuse sul territorio regionale, possono esercitare un'importante azione dimostrativa e divulgativa per una più ampia affermazione delle tecniche agronomiche compatibili con la tutela dell'ambiente.

Spese ammissibili

Compensazioni annuali a fronte dell'impegno assunto dal beneficiario, per cinque anni, di adottare sulla superficie aziendale, assoggettata volontariamente, le tecniche previste da una delle due azioni della tipologia:

  • azione 10.1.3.1: gestione attiva di "infrastrutture verdi" realizzate con la tipologia di intervento 4.4.2 (gestione senza input chimici; almeno due operazioni annuali di manutenzione e tagli; rispetto della densità colma; tenuta di registrazioni specifiche);
  • azione 10.1.3.2: mantenimento di colture a perdere a beneficio della fauna selvatica (semina primaverile di colture a perdere, senza uso di fertilizzanti e di prodotti fitosanitari, fino al 20% della SAU a seminativi sotto impegno; mantenimento in campo e sfalcio non prima del 15 marzo dell'anno successivo; comunicazione al competente ufficio regionale (STP provinciale) della data dello sfalcio con un preavviso di almeno 10 giorni; tenuta di registrazioni specifiche);
  • azione 10.1.3.3: azioni di tutela dell'habitat 6210 (conversione in pascoli, prati pascoli o prati, della superficie di intere particelle catastali investite a colture cerealicole/foraggere; la superficie convertita non va inclusa nelle ordinarie rotazioni; effettuare il pascolamento della superficie e/o affienare e raccogliere il foraggio anche da destinare alla vendita; in caso di pascolamento mantenere un carico di bestiame non superiore ad 1,5 UBA/ha (1 UBA/ha nelle zone vulnerabili ai nitrati) e non inferiore ad 0,1 UBA/ha).

Condizioni di ammissibilità

Solo per l'azione 3.1 il beneficiario deve avere realizzato uno o più investimenti previsti nell'ambito della tipologia di operazione 4.4.2; solo per l'azione 3.2 e 3.3 le superfici devono ricadere nella rete Natura 2000; superficie minima coltivata almeno per un gruppo di colture pari a 0,50 ha di SAU (ad eccezione di 0,30 ha per le ortive e 0,20 ha per le floricole, vite e limone) al fine di assicurare una maggiore efficacia ambientale; possesso delle superfici oggetto di aiuto (non è ammesso il comodato).

Tipo di sostegno

Pagamento compensativo a superficie (euro/ettaro/anno). Il sostegno è differenziato per azioni:

  • Superfici Natura 2000 - Azione 10.1.3.2: 127,00 €/ha per le cerealicole e 250,00 €/ha per le foraggere a ciclo annuale.
  • Azione 10.1.3.3: 447,00 €/ha per pascolo, prato pascolo e prato).

Il beneficiario della tipologia 10.1.3 può sottoscrivere l'impegno in combinazione con la tipologia 10.1.1. E' anche possibile richiedere l'azione 10.1.3.2 insieme alla misura 11 e l'azione 10.1.3.3 insieme alla tipologia 11.1.1.

Responsabile della Tipologia

Antonella De Marinis - antonella.demarinis@regione.campania.it