Biodiversità

Banca Regionale del Germoplasma

biodiversità


La Banca Regionale del Germoplasma è una struttura pubblica o privata, senza fini di lucro, che assicura la conservazione ex situ delle risorse genetiche vegetali (RGV) autoctone, in particolare di quelle a rischio di estinzione, iscritte al Repertorio regionale. Il compito principale della banca è quello di garantire l'integrità delle RGV ed effettuare il rinnovo delle varietà locali affidate, direttamente sui propri terreni, oppure avvalendosi dei coltivatori custodi. Inoltre deve mettere a disposizione degli aderenti alla Rete di conservazione e sicurezza che ne fanno richiesta, modiche quantità dei materiali di riproduzione/moltiplicazione delle RGV, iscritte al Repertorio della Regione Campania, conservate ex situ dalla propria struttura, garantendone la corrispondenza varietale e la sanità (effettuando i necessari accertamenti fitosanitari delle RGV prima della loro messa in circolazione).

La Regione Campania, attraverso la Unità Operativa Dirigenziale "Tutela della qualità, tracciabilità dei prodotti agricoli e zootecnici, servizi di sviluppo agricolo", competente in materia di tutela e valorizzazione della biodiversità, provvede all'accreditamento, quali Banche del germoplasma, delle strutture che ne fanno richiesta, sentita la Commissione tecnico- scientifica.

Requisiti per l'accreditamento delle Banche regionali

Possono richiedere l'accreditamento le strutture pubbliche o private, senza fini di lucro, in possesso di:

A) idonee strutture e attrezzature volte a consentire la conservazione ex situ delle RGV a rischio di estinzione. In particolare:

  1. per le banche dei semi, dotazione di almeno le seguenti attrezzature: celle climatizzate, essiccatori per semi, macchine per estrazione del seme e macchine per sottovuoto;
  2. per le collezioni in campo delle arboree da frutto e delle specie a propagazione vegetativa, possesso di terreno agricolo in base ad un legittimo titolo (proprietà, usufrutto, affitto, comodato d'uso, concessione e locazione di beni immobili demaniali) registrato nei modi di legge, ubicato nel territorio della regione Campania.

B) competenza ed esperienza professionale in materia di conservazione delle risorse genetiche vegetali. Tale requisito è accertato quando il soggetto richiedente soddisfa almeno una delle seguenti condizioni:

  1. ha realizzato almeno n. 3 pubblicazioni inerenti l'argomento, edite negli ultimi 5 anni precedenti la data di presentazione della richiesta di accreditamento;
  2. ha realizzato almeno 2 report scientifici relativi a 2 progetti diversi realizzati negli ultimi 10 anni precedenti la data di presentazione della richiesta di accreditamento, riguardanti il/i gruppo/i di specie delle RGV per le quali si candida alla conservazione ex situ;
  3. ha maturato una esperienza di almeno 2 anni nella gestione di banche del germoplasma regionale di interesse agrario affidata con atti pubblici.