Menu

Il Sistema di Controllo in Europa ed in Italia

bevande biologiche

In ogni Stato Membro della Comunità europea, i Regolamenti CE 834/2007 ed 889/2008 (che sostituiscono lo storico Reg. CEE 2092/91) impongono le stesse regole sia per la produzione la preparazione e la commercializzazione delle produzioni biologiche e per il controllo del rispetto delle regole sono stati creati Sistemi di Controllo equivalenti istituiti negli Stati Membri.

Sostanzialmente si richiede che il controllo e la certificazione in agricoltura biologica, analogamente agli altri sistemi di certificazione per le altre produzioni regolamentate (DOP, IGP, STG, Etichettatura volontaria delle carni) sia "di parte terza", ovvero esercitato da Organismi di Controllo (OdC) accreditati ai sensi delle norme di qualità EN 45011.

In Italia l'attività di controllo, prevede è esercitata da OdC autorizzati dal MiPAAF.

Gli OdC sono enti privati a cui la legge assegna il compito di verificare il rispetto dei regolamenti attuativi da parte degli "operatori" dell'agricoltura biologica; e devono rispettare il principio di "terzietà" e a questo scopo, non devono intrattenere altri rapporti commerciali o di consulenza con le aziende certificate.

Il sistema di controllo nel suo complesso e sottoposto all'attività di vigilanza dalle autorità pubbliche (protagonisti della vigilanza sono le Regioni e Province autonome e lo Stato principalmente per il tramite dell'Ispettorato Centrale della Qualità e Repressione Frodi –ICQRF);

Gli OdC, nell'ambito dell'attività di controllo e certificazione :

Gli Organismi di controllo