Servizi di Consulenza alle aziende

F.A.Q.


(aggiornamento 21.02.2017)

Secondo quanto previsto dall'art. 5 del DM 3 febbraio 2016, commi 1 e 2, sono riconoscibili quali organismi privati di consulenza aziendale le imprese, costituite anche in forma societaria, le società e i soggetti costituiti, con atto pubblico, nelle altre forme associative consentite per l'esercizio dell'attività professionale. Tali organismi ai fini del riconoscimento devono: presentare domanda di riconoscimento; contemplare, tra le proprie finalità, le attività di consulenza nel settore agricolo, zootecnico o forestale; disporre di uno o più consulenti, dotati di adeguate qualifiche e regolarmente formati, che non siano in posizioni di incompatibilità secondo i principi di cui all'art. 3, comma 1.
Per organismo di consulenza si intende ai sensi dell'art. 2 del DM l'organismo pubblico o privato che presta servizi di consulenza negli ambiti di cui all'allegato 1 del DM citato;
il consulente è invece, ai sensi dello stesso articolo, la persona fisica, in possesso di qualifiche adeguate e regolarmente formata, che presta la propria opera, per la fornitura di servizi di consulenza.
La legge n. 218 del 2015, art. 1, comma 821, equipara i liberi professionisti alle PMI e quindi di fatto li inserisce a pieno titolo fra le possibili forme ammissibili, dal punto di vista giuridico, di organismi di consulenza.
La materia che individua gli ambiti per i quali è esclusiva la competenza degli iscritti agli ordini/collegi professionali è disciplinata dalla relativa normativa, che rappresenta quindi un riferimento inderogabile anche nella valutazione dei curriculum dei consulenti e quindi nella definizione dei relativi ambiti di consulenza.
Innanzitutto gli organismi di consulenza, in quanto contraenti il rapporto da una parte con lo staff tecnico e dall'altra con i destinatari/clienti, sono responsabili dell'operato dello staff tecnico, e quindi dovranno attuale le opportune forme di tutela (ad esempio, assicurazione sui rischi professionali, aggiornamento dei tecnici e controllo del loro operato).